nutrimente_ilaria.cusinato

La testimonianza della nuotatrice Ilaria Cusinato

l progetto di Nutrimente Onlus di prevenzione nel mondo dello sport attraverso le testimonianze di atleti continua! La Dott.ssa Paola Dordoni, psicologa e psicoterapeuta dell’Associazione Nutrimente Onlus, ha incontrato la campionessa mondiale di nuoto Ilaria Cusinato che detiene il primato nei 200 metri misti. Ilaria  ci ha raccontato la sua esperienza con i disturbi alimentari. Continua

Share
ilaria cusinato

Prendersi cura del proprio corpo per farlo funzionare al meglio: l’esperienza di Gemma Galli

L’Associazione Nutrimente Onlus è attiva nel campo della prevenzione dei disturbi del comportamento alimentare con l’obiettivo di condividere le proprie esperienze e di sensibilizzare rispetto a questi temi. Uno dei progetti attivi dell’Associazione è relativo e focalizzato ai contesti sportivi, e nello specifico a quelle discipline in cui è posta particolare attenzione al corpo. In ambienti Continua

Share
jairo-alzate-thinness

La testimonianza di Margherita

Di seguito condividiamo con voi la testimonianza di Margherita, una ragazza che ci ha scritto su Facebook chiedendoci di pubblicare la sua storia e il messaggio positivo di guarigione contenuto in essa. Dai Disturbi Alimentari si può guarire! Questo è il racconto di Margherita, nel condividerlo ci teniamo a sottolineare che è importante affrontare i Continua

Share
la storia di rebecca.vanity fair

Nutrimente su Vanity Fair: la storia di Rebecca

  Ecco alcuni stralci dell’intervista di Rebecca, paziente con Disturbo Alimentare che ha partecipato a differenti nostri progetti. Ringraziamo Rebecca per averci raccontato la sua storia! «Dopo la separazione sono rimasta a vivere a casa solo con mia madre ed è diventato più difficile ingannarla perché guardava se mangiavo o se saltavo i pasti. Il momento peggiore Continua

Share
la storia di anna. vanity fair

Nutrimente su Vanity Fair: la storia di Anna

Si apre con la storia di Anna la nostra nuova sezione “Testimonianze” che vuole raccontare la storia di  ragazze/i che hanno attraversato la malattia e che sono guarite/i, così come quella dei loro familiari che sono stati presenti ad osservare, aiutare e supportare durante tutto il percorso. Anna è molto vicina alla nostra associazione e ha Continua

Share