Yoga for eating disorders: riscopri il tuo corpo con lo yoga

Perché Nutrimente e lo yoga?

Il progetto nasce da anni di lavoro con approccio multidisciplinare secondo le linee guida (che prevedono un trattamento integrato di psichiatra, psicoterapeuta, internista, dietista ecc) e dall’esigenza clinica  di un lavoro terapeutico incentrato sul corpo,  protagonista del quadro psicopatologico dei disturbi alimentari.

Ciò che contraddistingue la pratica Yoga dalla ginnastica e fisioterapia è la consapevolezza, che si raggiunge un po’ alla volta con la pratica costante, attraverso gli esercizi di respirazione, le posture e il rilassamento e la meditazione.

Chi soffre di un disturbo alimentare ha solitamente molta difficoltà a raggiungere la consapevolezza e l’accettazione del corpo, visto il più delle volte come un “nemico da controllare” piuttosto che una fondamentale parte di sé che può invece essere parte integrante della ricerca del benessere.

La parola Yoga deriva dalla radice sanscrita «Yug», che significa unire, legare assieme, dirigere e concentrare l’attenzione, ma anche unione in perfetto equilibrio di tutte le componenti del nostro essere: corpo, mente, spirito.

Chi si cimenta nella pratica dello yoga si mette a confronto con tutti gli aspetti che coinvolgono la propria persona. Attraverso i diversi elementi di tale disciplina, ogni singolo individuo evolve verso la consapevolezza del sé in ogni sua parte.

La pratica Yoga volge in due direzioni:

  • il benessere psico-fisico, legato al buon funzionamento dei vari sistemi: muscolare, articolare, osseo, respiratorio, circolatorio, digestivo, ecc.,
  • uno stato di calma, equilibrio e lucidità mentale, la connessione con l’interiorità che coinvolge le emozioni, la spiritualità, la saggezza, la mente, la coscienza e conduce a  una conseguente accettazione del proprio corpo.

Negli ultimi anni numerosi studi  sono andati ad indagare i potenziali effetti benefici dello yoga sulle problematiche psicologiche e psichiatriche. Se ad oggi il ruolo positivo dello yoga come terapia integrata al trattamento standard costituito da farmaci e psicoterapia ha ottenuto molti buoni risultati, c’è ancora molto ricerca da portare avanti per altre problematiche complesse come i disturbi alimentari.

I risultati delle ricerche effettuate (per ora prevalentemente negli Stati Uniti) hanno mostrato miglioramenti dei sintomi nella maggior parte dei casi. Grande attenzione è stata data alla strutturazione di lezioni di yoga mirate a persone con difficoltà di accettazione del proprio corpo . Questo tipo di lezioni negli USA sono definite “Trauma –sensitive” e sono formulate per  il trattamento di traumi fisici o psichici pregressi,  disturbi psichiatrici e/o psicologici, difficoltà di autostima e di raggiungimento del benessere a causa di esperienze relazionali difficili.

Avendo a cuore il raggiungimento del benessere delle nostre pazienti da tutti i punti di vista, abbiamo ritenuto importante offrire loro lo possibilità di integrare il trattamento multidisciplinare effettuato in ospedale con una pratica yoga. Le lezioni avvengono  in uno spazio protetto in cui le ragazze possono sentirsi a proprio agio.

L’ insegnante è certificato e formato  sui disturbi alimentari e sulla specificità dello stile di yoga . Ad affiancarlo vi è uno psicoterapeuta esperto della disciplina yoga. Questa integrazione è molto importante sia per le ragazze all’inizio della terapia che fanno più fatica a gestire il proprio corpo   sia per quelle ragazze in una fase più “avanzata” che possono essere aiutate a comprendere i cambiamenti e le sensazioni percepite in un’ottica più strettamente terapeutica.

Durante le varie sessioni si concentrerà l’attenzione su degli “intenti” che possano servire da stimolo anche fuori dal tappetino e integrati nel lavoro terapeutico

Il progetto sperimentale in questi ultimi 18 mesi  ha ottenuto ottimo riscontro sia dalle pazienti sia dai terapeuti delle stesse, che hanno potuto notare una grande apertura delle ragazze  nel lavoro sul corpo e nella gestione delle emozioni.
Da settembre 2017 vieni a praticare con noi: 

  • il martedì dalle 18 alle 19.15, con Carmine Ippolito e Sara Bertelli presso lo SpazioLife in via Pomponazzi , Milano
  • il mercoledì  dalle 17 alle 18.15 con Maria Alvaro e Simona Anselmetti presso Spera Yoga, via spoletini 8, Milano
  • il giovedì dalle 18 alle 19.15 con Cristiana Scolaro e Maddalena Ischia presso lo SpazioLife in via Pomponazzi 4, Milano

Scrivi a yoga@nutrimente.org per informazioni sui costi o prenotare il tuo posto in sala per la lezione di prova gratuita.

DOCENTI

Cristiana Scolaro, è insegnante di Forrest Yoga, AcroYoga Anukalana Inspired e Yoga per bambini. (A.I.Y.B., Associazione Italiana Yoga Bambini).  Dall’inizio del 2016 collabora con l’associazione Nutrimente Onlus affiancando lo yoga alla terapia, e guida le pazienti all’accrescimento della consapevolezza del proprio corpo attraverso il respiro e le asana.

Carmine Ippolito, Avvicinatosi alla pratica dello yoga da oltre 12 anni seguendo gli insegnamenti della scuola Integral Yoga ha accompagnato la pratica personale ad approfondimenti sulle tecniche di meditazione e del Raja Yoga, conseguendo il diploma di insegnante Integral Yoga.

Sara Bertelli, Medico Psichiatra e Psicoterapeuta, Presidente di Nutrimente Onlus, dal 2003 Responsabile dell’Ambulatorio per i Disturbi del Comportamento Alimentare dell’AO Santi Paolo e Carlo di Milano. Nel 2016 ha conseguito il titolo di insegnante Integral yoga.

Maria Avaro: Si appassiona allo yoga con la pratica al caldo. Consegue la certificazione yoga alliance 200 ore RYT per insegnare il metodo Odaka nel 2016 e vive la pratica per valorizzare ogni momento sul tappetino e fuori dal tappetino. Insegna a tempo piano nella scuola SPERA YOGA a Milano e collabora con enti e organizzazioni per portare lo yoga in azienda e in contesti diversi. Consegue certificazioni specialistiche per guidare Yoga per Bambini e Ragazzi e per guidare sessioni di Pranayama e Tecniche di Respirazione.  L’insegnamento di Maria è vivere il cambiamento che vuole vedere nel mondo, nell’equilibrio corpo mente e spirito.

Simona Anselmetti, Psicologa Psicoterapeuta, Supervisore EMDR e socio fondatore di Nutrimente Onlus. Lavora presso l’Ambulatorio per i disturbi Alimentari dell’Ospedale San Paolo dal 2004, dove si occupa insieme all’equipe di attività sia cliniche che di ricerca, e pratica diversi stili di yoga da più di 6 anni. Sta attualmente seguendo il percorso per diventare insegnante di yoga.

Altri articoli sul progetto QUI e QUI

 

Share