12 Ottobre 2015 Obesity day

Obesity Day 2015 – AlimentiAMOci bene​

Anche quest’anno Nutrimente sarà presente all’Obesity Day presso l’Ospedale San Paolo.

All’Ospedale San Paolo si combatte sovrappeso ed obesità con la piramide alimentare transculturale: una sana dieta mediterranea integrata da cibi multietnici

In occasione dell’ “Obesity Day”, giornata nazionale dedicata alla sensibilizzazione sul tema dell’obesità, lunedì 12 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 12.30 presso l’atrio principale dell’Azienda Ospedaliera San Paolo di Milano medici specialisti , psicologi e dietiste saranno a disposizione di tutti i cittadini per dare informazioni e consigli sul tema del sovrappeso e dell’obesità e per dare indicazioni circa il miglior comportamento alimentare da assumere.

L’èquipe a disposizione degli utenti sarà composta da specialisti delle Unità Operative di Medicina II (Ambulatorio di malattie metaboliche , dietiste ed Ambulatorio di endocrinologia), Pediatria (Ambulatorio di endocrinologia pediatrica – dr.ssa R.Giacchero e Ambulatorio di Nutrizione Pediatrica – dr.ssa E.Verduci), Psichiatria e Neuropsichiatria Infantile (Ambulatorio dei disturbi della condotta alimentare – dr.ssa S.Bertelli – dr.ssa Cantini). 

L’Italia si annovera tra i paesi caratterizzati da multietnicità, secondo i dati ISTAT infatti gli stranieri residenti in Italia al 1° gennaio 2015 rappresentano l’8,3% del totale dei residenti, di questi il 61.1% risiede nel Nord, il 25.4% al Centro e il 13.5% al Sud.

La presenza di un’elevata percentuale di stranieri nel nostro Paese condiziona le scelte nutrizionali dell’intera popolazione, esponendola ad una commistione di abitudini alimentari molto variegate. Ciascun popolo, infatti, porta con sé tradizioni nutrizionali e modalità di alimentazioni differenti. È quindi evidente che l’educazione nutrizionale, storicamente intesa, debba essere rivista alla luce delle diverse abitudini alimentari al fine di garantire sia il soddisfacimento dei bisogni nutrizionali che il rispetto delle esigenze culturali e religiose del popolo di appartenenza. Queste riflessioni sono state oggetto di studio da parte di alcuni nostri specialisti che hanno elaborato, per EXPO 2015, un nuovo strumento di educazione alimentare basate sulla dieta mediterranea: la piramide alimentare transculturale.

“I principi della Piramide alimentare transculturale per l’età pediatrica sono quelli della dieta mediterranea, integrata da cibi multietnici”, spiega la dr.ssa Elvira Verduci, dirigente medico pediatra presso l’U.O.di Pediatria dell’A.O. San Paolo e consigliere nazionale della Società Italiana di pediatria. “Elevata assunzione di verdura, legumi, frutta, noci e cerali integrali; consumo di pesce medio alto; elevata assunzione di acidi grassi insaturi (olio di oliva); basso intake di acidi saturi grassi e di prodotti caseari; ridotta assunzione di carne, soprattutto rossa, apporto moderato di sale e attività fisica quotidiana (almeno un’ora al giorno)”.

Il 16 novembre 2010 a Nairobi il Comitato Intergovernativo dell’UNESCO ha inserito la Dieta Mediterranea nella lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’Umanità, riconoscendo tale patrimonio appartenere a Italia, Marocco, Grecia e Spagna; tre anni più tardi tale riconoscimento è stato esteso a Cipro, Croazia, e Portogallo. 

La Dieta Mediterranea rappresenta un “insieme di competenze, conoscenze, pratiche e tradizioni che vanno dal paesaggio alla tavola, includendo le colture, la raccolta, la pesca, la conservazione, la trasformazione, la preparazione e, in particolare, il consumo di cibo”, è promotrice, mediante la convivialità, di interazione sociale, essendo il pasto in comune alla base dei costumi sociali.

L’elevata aderenza alla dieta mediterranea insieme ad altri stili di vita attivi (esercizio fisico quotidiano outdoor) è associata nell’adulto a riduzione di rischio di sviluppare le NCDs (non comunicable diseases – patologie come obesità, diabete, ipertensione e tumori), le sue complicanze e ad una minore mortalità.

L’Obesity Day del San Paolo promuoverà questa strategia nutrizionale e avrà come obiettivo la diffusione di informazioni semplici e corrette che il cittadino possa metabolizzare e promuovere nella propria quotidianità.

Vi aspettiamo!

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *